condilo occipitale

« Indice del Glossario

A  livello della superficie esterna della porzione basilare dell’osso occipitale, lateralmente al forame magno, sono  presenta due rilievi ellittici, chiamati condili occipitali: sono i processi articolari che costituiscono una diartrosi con le faccette articolari superiori dell’atlante, concave, a forma ellissoidale allungata; la forma del condilo dell’occipite è reniforme, con  asse maggiore orientato obliquamente in direzione postero-anteriore e dall’esterno all’interno; dietro l’estremità posteriore dei condili c’è l’orifizio esterno del canale condiloideo, mentre lateralmente alla porzione anteriore degli stessi si trova lo sbocco del canale dell’ipoglosso.

L’ articolazione atlo-occipitale è ritenuta, generalmente, un’articolazione condiloidea, anche se alcuni la considerano un ginglimo angolare: consente movimenti di flesso-estensione (rocking) e moderati movimenti di flessione laterale: le due faccette articolari convesse dell’occipite, nella loro relazione articolare con l’atlante, possono subire forme di imbricamento, causato frequentemente da distonie o discinesie della muscolatura sub-occipitale.

Esiste un terzo condilo occipitale, il tubercolo precondilare, struttura incostante, sito sulla superficie inferiore della porzione basilare dell’osso occipitale, che rappresenta la vestigia di una vertebra occipitale, embrionale, e può articolarsi con l’arco anteriore dell’atlante o fondersi con esso.

« Indice del Glossario