agonista

ultimo aggiornamento: 21 Ottobre 2020 alle 16:56

etimologia – definizione

Il termine agonista nasce dalla radice greca ἀγωνιστής (agōnistḗs → lottatore), derivato da ἀγών (agṓn → agone, campo di sfida o di confronto, che ha, come significato originale, il concetto di condurre, portare assieme): in genere si usa questo lemma riferendosi ad un “soggetto agente che svolge la stessa azione di un altra entità o elemento”, cioè che svolge la stessa condotta o che effettua lo stesso gesto.

muscolo agonista

Se ci si riferisce alla contrazione muscolare, per “muscolo agonista” si intende un muscolo (o ad un gruppo muscolare) la cui contrazione provoca lo stesso movimento del muscolo agente, quello che causa il movimento: qualora questi sia il muscolo specificamente attivato che inizia l’azione, viene detto “primo motore”.

sostanza agonista

In ambito biochimico, è definita “sostanza agonista” una molecola o un farmaco  in grado di legarsi ad uno specifico recettore selettivo per il ligando endogeno, ponendosi in competizione con quest’ultimo. (il ligando è una molecola in grado di unirsi selettivamente e reversibilmente ad una proteina, sia essa un recettore o un carrier transmembrana caratterizzate dalla presenza di un sito di riconoscimento, in grado di reagire esclusivamente ad una determinata sostanza: potrebbe essere paragonato ad una chiave che può entrare solo e solamente nella toppa dotata di una mappatura specifica.)

A seguito del legame con ligando naturale, cioè con la sostanza prodotta dall’organismo, il recettore va incontro a modificazioni conformazionali che ne mediano l’attività biologica a livello cellulare; pertanto possono essere definiti farmaci agonisti o sostanze agoniste quelle molecole ad attività intrinseca in grado legarsi al sito specifico di riconoscimento e di mimare gli effetti del ligando, causando modificazioni morfologiche di entità simile a quelle provocate dal legame con la molecola endogena: gli effetti e la durata dell’attività possono essere, a seconda dell’agonista, molto variabili.

tipi di agonisti

Volendo è possibile suddividere gli agonisti in sottotipi che si differenziano non tanto per l’effetto, quanto per le caratteristiche descrittive dell’azione, soprattutto in riferimento all’azione delle sostanze; si parla quindi di:

agonisti totali (agonisti puri) – agiscono in modo prevalente con un’azione forte: per quello che riguarda le sostanze agoniste legano e attivano fortemente il recettore.

co-agonisti – necessitano di agire con altri co-agonisti per poter evocare l’effetto finale.

agonista selettivo – particolare tipo di agonista che risulta essere selettivo per un particolare tipo di struttura recettoriale o per una tipologia di movimento.

agonista parziale: invece di indurre la risposta massimale, causa una risposta parziale.

« Indice del Glossario