Sindrome dell’Intestino Permeabile

« Indice del Glossario

Definita, talvolta, “Sindrome dell’Intestino Gocciolante” o, in inglese, “Leacky Gut Syndrome” è una locuzione utilizzata per descrivere l’alterazione della funzionalità di filtro da parte della parete dell’intestino tenue: la conseguenza dell’incapacitazione a svolgere un ruolo di “barriera” comporta l’insorgenza di una costellazione di sintomi piuttosto eterogenei, spesso di difficile classificazione, riconducibili ad un quadro di incapienza del sistema immunitario ed a fenomeni di flogosi diffusa. Una corretta funzionalità del sistema gastro-enterico è un elemento fondamentale per l’equilibrio dell’organismo: fra i differenti compiti dell’intestino, assume un ruolo prioritario quello di completare il processo digestivo degli alimenti, selezionare ed assorbire i nutrienti indispensabili (per approfondimenti si veda “l’alchimia gastro-intestinale” e “I.B.S. & effetto barriera“). In condizioni fisiologiche, solo alcuni componenti selezionati possono permeare la mucosa enterica ed entrare nell’organismo, a livello del flusso sanguigno o del sistema linfatico; l’intestino costituisce una linea di demarcazione tra il mondo esterno (non-self) e quello interno (self), una barriera a cui è affidato il compito di distinguere tutto ciò che è “alieno“, ciò che può rivelarsi dannoso per l’organismo: il processo di assimilazione, dal latino “ad” (verso) e “similis” (uguaglianza), trasforma il cibo in una parte di noi, scartando o eliminando, attraverso l’ecosistema intestinale, tutto ciò che è “diverso” o potenzialmente nocivo, ivi comprese le potenziali noxæ. Il punto di contatto fra il mondo extracorporeo ed il “milieu intérieur” è localizzato prevalentemente a livello della parete dell’’intestino tenue che, oltre ad essere l’unico vero organo digestivo/assimilativo di tutto il tratto gastro-intestinale, è un complesso sistema immunitario, dove le superfici mucose, il microbiota e le strutture linfatiche (in particolar modo le placche del Peyer), in continua interazione reciproca, svolgono un fondamentale ruolo di modulazione della risposta anticorpale e antigenica. Quando si verifica un’alterazione del “sistema ecologico” gastro-intestinale, si possono innescare processi infiammatori della mucosa, con conseguente diminuzione della sua capacità di permeabilità selettiva: la diminuzione dell’effetto barriera provoca l’apertura delle giunzioni fra le cellule superficiali della parete (desmosomi), minando la capacità di sbarramento, con un conseguente incremento dello stato infiammatorio, che tende a cronicizzare, come conseguenza della penetrazione all’interno dell’organismo , non solo frammenti alimentari non processati o indigesti, ma anche tossine e materiale microbico, con fenomeni infiammatori e superinfezioni da Candida Albicans. La reazione locale può creare fenomeni di irritazione della parete, con conseguenti fenomeni di disfunzionalità che ha ripercussioni non solo a livello del colon, ma che riduce la capienza organica nei confronti degli agenti patogeni e dello stress, con l’instaurarsi di manifestazioni sintomatologiche eterogenee e difformi nella loro espressione, difficilmente riconducibili, a volte ad un problema intestinale. L’eziologia è piuttosto difforme, potendo originare da molteplici cause: attraverso l’utilizzo di test muscolari specifici è possibile valutare le possibili cause alla base della “Leacky Gut Syndrome”, identificare i percorsi più idonei per favorire i processi di riparazione ed autoguarigione dell’organismo, verificando la presenza di intolleranze alimentari o eventuali carenze nutrizionali; in particolare, grazie alla Kinesiologia Transazionale®, è stato possibile verificare, in molti casi, un’alterazione del profilo enzimatico. L’incompleta o alterata capacità digestiva è uno dei fattori che il “professionista del benessere” deve prendere in considerazione nella ricerca delle cause, attraverso una completa anamnesi e semeiotica che portino a valutare il miglior programma di miglioramento comportamentale personalizzato, che includa una integrazione enzimatica. Le tecniche di Kinesiopatia® Osteopatica o l’intervento di un Operatore in Cranio-Sacral Repatterning®possono essere di grande aiuto per facilitare i processi di riequilibrazione dell’organismo e ridurre il quadro di alterazione della permeabilità intestinale.

« Indice del Glossario