flogosi

« Indice del Glossario

ultimo aggiornamento: 10 Dicembre 2018 alle 14:31

Dal greco ϕλόγωσις (flógosis → combustione, infiammazione) derivato da ϕλέγω (flégo → bruciare, bollire) o ϕλογόω (flogóo → ardere, incendiare): complesso dei processi locali ed eventi, a carattere reattivo, con i quali l’organismo risponde alla presenza di noxæ, irritazioni o agenti lesivi di varia natura (detti agenti flogogeni), che prendono contatto con i tessuti organici; sinonimo di infiammazione, descrive l’aspetto “urente”, cioè il bruciore ed il calore, spesso associati al dolore.

Con il termine flogosi, in genere, ci si riferisce ad una infiammazione, che si manifesta in una zona definita del nostro organismo: questo processo fisiopatologico ha il compito di neutralizzare l’agente lesivo o di delimitare la lesione da esso prodotta; la finalità è proteggere l’organismo ed eliminare la causa iniziale del danno cellulare o tissutale (fattore scatenante), in modo da poter avviare il processo riparativo. Può manifestarsi in forma acuta, spesso caratterizza da un inizio molto brusco e doloroso ma con una guarigione in tempi brevi, o in forma cronica: quest’ultima tende a perdurare, esprimendo decorsi che tendono a prolungarsi come conseguenza dell’attivazione di fenomeni tissutali interstiziali o la concomitante formazione di manifestazioni granulomatose.

Sintomi tipici del processo flogistico sono aumento della temperatura corporea, calore o bruciore nella zona interessata(calor), iperemia e arrossamento (rubor), gonfiore (tumor), dolore, algia e ipersensibilità (dolor), torpore e difficoltà di mobilità della zona infiammata (functio lesa): la flogosi deve essere considerata, a sua volta, più un sintomo che una causa, potendo essere il segnale di una patologia potenzialmente dannosa per l’organismo. Il processo infiammatorio può evolvere verso la necrosi dei tessuti colpiti, per azione degli enzimi lisosomiali; cronicizzazione, come conseguenza della mancata rimozione degli agenti eziopatogenetici; guarigione, se gli agenti flogogeni sono stati debellati.

Kinesiopatia® Osteopatica e Cranio-Sacral Repatterning®, pur non potendo agire direttamente sul processo flogistico, sono strumenti di grande aiuto per accelerare i processi di riequilibrazione e guarigione dell’organismo, potendo rendere evidenti i fattori causali o cofattori eziologici, specialmente attraverso l’utilizzo di test muscolari, o attivando le risorse dell’organismo, la Vis Medicatrix Naturae.

« Indice del Glossario