incapienza

ultimo aggiornamento: 19 Maggio 2020 alle 21:20

definizione

Il termine è mutuato dal lessico economico finanziario e viene utilizzato per descrivere incapacità, inadeguatezza, insufficienza, inettitudine, inabilità, inidoneità a “contenere”; parola composta da in (→ prefisso negativo di origine latina) e capiente, derivato a sua volta dal latino capĕre (→ prendere, contenere): esprime la discrepanza fra le richieste a cui è sottoposto l’organismo e la reale disponibilità “energetica”. L’incapacità o l’impossibilità di fare fronte e garantire una risposta adeguata all’incremento delle esigenze (componente fisica) o delle aspettative (componente emozionale) : può essere considerata come la principale causa dell’insorgenza dello stress e dell’attivazione di una “risposta generalizzata di adattamento”.

Si vedano i lemmi capienza, resilienza, tensegrità, isteresi elastica e shock absorbers per approfondire il concetto di “capacità organica” di adattamento: il concetto è alla base della visione kinesiopatica dello stress; un parziale approfondimento del tema può essere sviluppato nell’articolo “Stress: la Sindrome Generale d’Adattamento“.

« Indice del Glossario