Kinesiopatia®

« Indice del Glossario

ultimo aggiornamento: 21 Gennaio 2021 alle 11:50

presentazione

Disciplina “olistica” nata all’inizio degli anni ’90 del secolo scorso, volta a riequilibrare l’organismo, che, considerando il movimento come la principale forma di espressione dell’individuo, si pone l’obiettivo di agire su qualunque limitazione o blocco che possa limitarne il libero disvelarsi della nostra essenza: attraverso i gesti e le parole, ognuno di noi comunica e manifesta se stesso ed interagisce con il proprio ecosistema; l’atteggiamento che assumiamo (habitus) racconta chi siamo e ci permette di mettere in relazione il nostro mondo interiore con l’universo che ci circonda.

La Kinesiopatia® mira, ove possibile a dissolvere le barriere, le costrizioni, gli impedimenti che impediscono il fluire armonico dell’energia vitale, sia che tali squilibri o blocchi interagiscano sul sistema somato-emozionale o abbiano ripercussioni sulla sfera nutritiva o biochimica; più che una tecnica, dovrebbe essere considerata una attitudine interpretativa dell’individuo, una filosofia del ben-essere, una visione terapeutica che consideri l’essere umano come un “olos”, nelle sue variegate sfaccettature e, al contempo, nella sua interezza ed integrità: esprime un “modello” di riarmonizzazione dell’individuo, che consideri l’uomo nel suo insieme somato-emozionale, per mezzo di una valutazione multidimensionale che tenga conto di come ogni elemento possa divenire, di volta in volta, un fattore scatenante, un cofattore eziologico o un elemento determinante, contribuendo alla poliedricità causale che sottostà il dis-confort ed il dis-stress che sono alla base della genesi del mal-essere e della malattia (morbo).

Allo stesso tempo può essere considerata anche una weltanschauung che reputi la salute come la piena espressione delle potenzialità personali e non solo come “assenza di malattia”; nasce come naturale evoluzione di un percorso di ricerca e approfondimento durato anni e deve essere vista come “in evoluzione”, cioè in grado di arricchirsi grazie al lavoro di ricerca, all’approfondimento di tematiche specifiche o alle esperienze maturate nella pratica clinica di chi la pratica o la studia.

un po’ di storia

In particolare la Kinesiopatia (e la sua progenitrice e consorella Kinesiologia Transazionale) affondano le proprie radici nella Kinesiologia Applicata, tecnica sviluppata negli USA alla fine degli anni ’60 del secolo scorso, ed approfondita ed ampliata da molti ricercatori e professionisti della salute. Il mio personale incontro con questa disciplina avviene alla fine degli anni ’80 e, come conseguenza delle personali conoscenze nell’ambito medico, analitico e bioenergetico, si sviluppa come visione originale del ben-essere.

 

L’ovvia conseguenza è che non può esprimere ricette universali o verità assolute, in quanto considera ogni individuo come l’elemento centrale del proprio universo personale, che necessita di assecondare i propri bisogni, unici e specifici, per raggiungere l’armonia fra il proprio mondo interiore e l’ecosistema in cui vive.

Francesco Gandolfi

« Indice del Glossario