retrazione

« Indice del Glossario

Dal latino retrahĕre (→ ritirare, tirare indietro), re- (→ prefisso verbale che indica movimento in senso opposto) e trahĕre (→ trarre): medializzazione; termine riferito in particolare alle scapole, per descriverne il movimento di adduzione, cioè quello di avvicinamento reciproco. Nel linguaggio comune, viene detto “tirare indietro le spalle”; il movimento opposto, di allontanamento, è definito protrazione. Nel movimento di retrazione, vengono utilizzati:

  • muscolo grande romboide e muscolo piccolo romboide: sono i principali muscoli agonisti del movimento di retrazione scapolare, in quanto connettendo il bordo mediale della scapola con il rachide toracico, con la loro azione perfettamente sinergica, avvicinano l’omoplata alla colonna vertebrale, intraruotandolo caudalmente (retrazione dell’angolo acuto scapolare);
  • muscolo trapezio medio: le fibre muscolari connettono la zona di inserzione del legamento nucale sulla VII vertebra cervicale e le prime sei vertebre toraciche con il processo acromiale della scapola, con un andamento quasi orizzontale. La contrazione del muscolo produce una retrazione pura, tirando indietro le scapole: questo permette l’apertura del torace;
  • muscolo elevatore della scapola; la sua contrazione, avvicinando l’angolo superiore della scapola alla zona cervicale, in quanto origina dai processi trasversi delle prime quattro vertebre cervicali, medializza la scapola attraverso un movimento di elevazione e rotazione caudale dell’angolo acuto dell’omoplata.

Il movimento di retrazione si applica anche in assenza di componenti muscolari, descrivendo un moto considerato opposto a quello fisiologico, come, ad esempio, quando si parla di retrazione del capezzolo o  di brachiesofago (retrazione dell’esofago); i tessuti fibrosi caratteristici delle cicatrici, possono andare incontro a processi degenerativi, con ipotrofia e ipoplasia cellulare che induce una coartazione del tessuto e retrazione delle strutture vicine (retrazione cicatriziale).

« Indice del Glossario