Sindrome da dumping

« Indice del Glossario

ultimo aggiornamento: 1 Giugno 2018 alle 13:49

Letteralmente ”sindrome da svuotamento“, dal verbo inglese to dump (→ scaricare) è un disturbo funzionale che si sviluppa come conseguenza di interventi di gastro-resezione, gastrectomia o come effetto della chirurgia bariatrica (by-pass gastrico): la riduzione della capacità contenitiva dello stomaco provoca un passaggio troppo repentino del cibo nel duodeno, dovuto al fatto che viene praticamente “scaricato” per ridurre la pressione gastrica, innescando un’ampia varietà di sintomi. Esistono due tipologie: quella ad insorgenza precoce o ad comparsa tardiva. La forma a insorgenza precoce, si manifesta poche decine di minuti dopo il pasto attraverso sintomi che possono essere considerati l’espressione di una distonia neuro-vegetativa, dipendente dal rapido arrivo del cibo indigesto nel tenue: a causa della sua osmolarità, richiama rapidamente acqua nel lume intestinale, per permetterne la diluizione, con conseguente massiccia inondazione del digiuno e distensione dell’anse intestinali. Ne conseguono una serie di riflessi locali quali nauseavomito, tensione epigastricabloating, crampi e coliche dolorose, diarrea osmotica associati a sintomi sistemici come l’ipovolemia con presenza di ipotensione, accompagnati da sintomi  sistemici quali iperidrosivertigine e tendenza alla lipotimiacardiopalmo tachicardiaastenia, sensazione di calore o, all’opposto, freddo e tremori. Nella forma a insorgenza tardiva, le manifestazioni compaiono due o tre ore dopo i pasti, con sintomi tipici dell’ipoglicemia, provocati dall’aumento dell’insulina, secreta come conseguenza del rapido passaggio nell’intestino di cibi ricchi di zucchero: spesso i sintomi ipoglicemici sono accompagnati da confusione e obnubilamento del sensorio, tendenza alla sincope, associati alle manifestazioni tipiche della fase ad insorgenza precoce. Sia la sintomatologia, sia i visceri coinvolti, suggeriscono che la sindrome sia relazionata all’interessamento del muscolo diaframma e, soprattutto, del nervo vago, con consente ripercussioni sul rachide cervicale e sull’area sub-occipitale, situazione che innesca un circolo vizioso per l’insorgenza di fenomeni assimilabili alla facilitazione segmentale. Grazie agli strumenti messi a disposizione dal Cranio-Sacral Repatterning® e dalla Kinesiologia Transazionale®, è possibile intervenire sulle manifestazioni neuro-vegetative tipiche della sindrome da dumping: favorendo il ripristino delle condizioni di equilibrio del sistema nervoso autonomo, è possibile ridurre l’ipereccitabilità neuronale responsabile del quadro clinico. Le tecniche finalizzate alla liberazione dell’area sub-occipitale, evitano che si inneschi un loop in grado di mantenere la situazione disfunzionale a prescindere dal dumping, riducendo l’effetto organico che tale svuotamento può causare.

« Indice del Glossario