confort food

« Indice del Glossario

ultimo aggiornamento: 30 Giugno 2017 alle 11:36

Termine inglese, traducibile con “nutrizione consolatoria”, utilizzato per identificare alimenti o sostanze ricercate, individualmente, non solo per le loro caratteristiche nutrizionali o organolettiche, ma per la valenza emozionale che provocano in chi li consuma; questo tipo di cibo favorisce un senso di piacere a chi lo assume, soddisfacendo un bisogno emotivo e generando sensazioni di benessere psico-fisico e somato-emozionale. L’aggettivo inglese “comfort” si presta a più interpretazioni: dalla capacità del cibo di rasserenare, consolare, coccolare o rincuorare a quella di ristorare. Sono diversi i fattori che possono scatenare la necessità o il desiderio di trovare conforto nel cibo: il bisogno può essere originato dallo stress, dalla nostalgia o da un momentaneo turbamento emotivo. Quando assume un ruolo di “nutrizione consolatoria” può innescare fenomeni di vera e propria dipendenza; il desiderare ardentemente o addirittura bramare un qualche tipo di sostanza per provare sensazioni di benessere, di conforto, di consolazione, di piacere, è una forma di compensazione ad uno stato di disagio emozionale, sostenuto da un’alterazione somato-chimica e neuro-endocrina. 

« Indice del Glossario