secrezione

ultimo aggiornamento: 2 Maggio 2021 alle 0:19

definizione

Funzione propria delle ghiandole, di gruppi di cellule o, talvolta, di cellule isolate di elaborare ed immettere sostanze direttamente nel torrente circolatorio (secrezione endocrina, detta anche increzione) o negli spazi interstiziali (secrezione paracrina); dal latino secretio, derivato da secernĕre (→ separare, scartare), a sua volta composto dal prefisso se- (indicante separazione) e cernĕre (→ distinguere, vagliare).

Il processo di secrezione dovrebbe essere distinto dall’escrezione: si parla di secrezione esterna, anche se sarebbe più corretto definirla escrezione, quando il prodotto delle cellule o degli organi viene riversato all’esterno, in superfici libere e in organi cavi; in genere, in questi casi, si parla anche di secrezione esocrina.

Le strutture ghiandolari che intervengono nei processi di produzione delle sostanze secrete vengono dette ghiandole esocrine (che liberano verso l’esterno) ed endocrine (che riversano nel sangue); i processi di secrezione si realizzano in tre momenti diversi e consecutivi: il primo consiste nella formazione endocellulare dei secreti, che avviene in sedi e con modalità differenti secondo la natura del secreto stesso. Il secondo può essere identificato dalla fase di raccolta dei secreti, in genere, sotto forma di granuli, in particolari formazioni citoplasmatiche per essere infine rilasciato nell’ambiente extracellulare, momento che costituisce la secrezione vera e propria (terza fase).

L’emissione dei secreti ghiandolari avviene con modalità diverse: nella secrezione apocrina i granuli di secreto vengono spinti verso la superficie della cellula e quindi eliminati attraverso estroflessioni della membrana cellulare; nella secrezione merocrina i materiali vengono eliminati per un processo di permeabilizzazione della membrana cellulare. Nella secrezione olocrina tutti gli elementi della cellula si trasformano in materiale di secrezione, mentre la cellula in sfaldamento viene distrutta e sostituita per la replicazione degli elementi cellulari residui.

« Indice del Glossario