diacronia

« Indice del Glossario

ultimo aggiornamento: 18 Giugno 2018 alle 16:31

Dal greco δια– (diá → attraverso) e  χρόνος (chrónos → tempo), termine introdotto nella linguistica dal glottologo svizzero Ferdinand de Saussure, in contrapposizione a sincronia, per indicare il fattore tempo che nell’esistenza di una lingua permette a questa di variare continuamente e di farsi attuale in una serie indefinita di espressioni linguistiche; per estensione un fenomeno nella sua evoluzione cronologica. Dal punto di vista kinesiopatico, una visione diacronica implica l’osservazione degli oggetti in viaggio attraverso il tempo: possiamo considerare il divenire degli elementi o delle manifestazioni come una dinamica diacronica; è la rappresentazione di un evento attraverso il tempo, paragonabile, in un certo senso, ad un film che ci racconta la storia e ci permette di fare un confronto con ciò che precede e quello che seguirà, in quanto è collegato ai percorsi temporali con cui gli eventi giungono alla nostra attenzione.

« Indice del Glossario