riflesso mioclonico stapediale

« Indice del Glossario

ultimo aggiornamento: 8 Giugno 2018 alle 11:59

Si parla di Riflesso Mioclonico Stapediale [mioclono → dal greco μῦς (mýs → muscolo) e κλόνος (klónos → scossa)] quando il muscolo rimane in uno stato di eccitazione continua o di paresi spastica, con l’insorgenza non solo di cefalee, cervicalgie o dolori alla mandibola, di ovattamento auricolare (fullness) e disacusia ma, spesso, contribuisce alla genesi dell’acufene. Il riflesso stapediale, fisiologicamente, può essere definito come la contrazione riflessa del muscolo stapedio in risposta ad uno stimolo acustico potenzialmente pericoloso: ha una funzione protettiva delle componenti dell’orecchio interno, nonché di estensione del campo uditivo e di miglioramento della capacità discriminativa nel rumore. L’attivazione del riflesso dal lato della sorgente sonora induce una contrazione bilaterale. Per approfondimenti si veda anche catena ossiculare timpanica. La Kinesiologia Transazionale® è in grado di intervenire efficacementre, grazie ad una tecnica di riequilibrazione specifica, nei casi di distonia del muscolo stapedio o di alterazione del riflesso stapediale: grazie a

« Indice del Glossario