disacusia

ultimo aggiornamento: 25 Maggio 2016 alle 16:03

Dal greco δυσ (dys→anomalia, malformazione) e ακούσεις (ákūsis→sentire). Alterazione dell’udito per cui la qualità dei suoni uditi risulta distorta; in genere la perdita non è misurabile in decibel, ma come disturbo della discriminazione della parola o della qualità del tono, del timbro o dell’intensità.

« Indice del Glossario