catena cinematica chiusa

ultimo aggiornamento: 4 Maggio 2020 alle 1:32

definizione

Una catena cinematica è un complesso composto da segmenti rigidi, uniti tramite giunzioni mobili, definite snodi; se si applica questo concetto al corpo umano, diventa intuitivo che il sistema osteo-articolare, composto da segmenti (ossa ) uniti tramite giunti e snodi (articolazioni), possa essere considerato un tale sistema.

Si deve al Dr. Arthur Steindler l’applicazione di questo concetto allo studio del corpo quando, nel 1995, adottò la teoria di Reuleaux all’analisi del movimento umano: definì “chiusa”, una catena cinematica in cui il segmento distale viene limitato nel movimento da una significativa resistenza esercitata da forze esterne; in pratica sia la porzione prossimale, sia quella distale sono fisse, condizionando la compressione degli snodi (articolazioni), stabilizzandoli.

Ugualmente è possibile affermare che il movimento in un segmento di una catena cinematica chiusa trasferisce l’energia cinetica a tutti i giunti della catena, innescando un moto adattativo: un esempio di attività fisica di un arto, in catena cinematica chiusa, è la contrazione isometrica, dove, di fatto, non c’è movimento.

« Indice del Glossario