neonato

« Indice del Glossario

Neologismo ibrido, formato dal greco νέος (néos → nuovo) e dal latino natus (→ nato) derivato da gnasci che deriva etimologicamente dalla radice indoeuropea gen (→ dare alla luce, generare): il bambino nelle prime settimane di vita. Indica il  passaggio dalla vita fetale alla vita extrauterina, periodo in cui viene messa a prova la capacità di adattamento dell’individuo alle mutate condizioni di vita, che gli offre l’ambiente esterno. Avendo abbandonato l’ambiente a temperatura costante, optimum rappresentato dall’utero materno, non ricevendo più dal sangue materno le sostanze necessarie alla respirazione e alla nutrizione dei suoi tessuti, il neonato deve provvedere con mezzi propri all’ossigenazione del sangue mediante la funzione respiratoria, al mantenimento della temperatura corporea in ambiente a temperatura variabile e alla propria nutrizione mediante la suzione e la digestione del latte materno.

« Indice del Glossario