rigurgito

ultimo aggiornamento: 20 Marzo 2021 alle 23:14

definizione

Ritorno di cibi dalla faringe o dall’esofago in bocca: escrezione del contenuto esofagico sino alla gola, alla bocca o alle vie aeree, che frequentemente si manifesta in posizione di decubito e non contiene né acido né bile, perché il contenuto rigurgitato non ha ancora raggiunto lo stomaco; il rigurgito non è preceduto da nausea poiché quest’ultima è causata da alimenti presenti nello stomaco e non è associato alla contrazione della muscolatura addominale.

L’emissione dalla bocca può riguardare non solo la saliva o il materiale alimentare deglutito ma non pervenuto nello stomaco, ma anche quello subito rifluito dallo stomaco prima di avere subito l’azione del succo gastrico, potendo pertanto essere un sintomo di alterazioni funzionali o organiche dell’esofago; in alcuni casi si può osservare la presenza di .rigurgito acido, assimilabile, per certi versi, al reflusso.

Per rigurgito del lattante si intende l’emissione di una parte del latte, ancora liquido, subito dopo la poppata, causata da eccesso di latte ingerito, da aerofagia o da ipersensibilità della mucosa gastrica.

Il rigurgito incontrollato del cibo è il sintomo primario della sindrome di ruminazione.

« Indice del Glossario