modus vivendi

« Indice del Glossario

ultimo aggiornamento: 29 Maggio 2018 alle 15:17

Locuzione latina che significa, letteralmente, “modo di vivere” o “stile di vita“; viene utilizzato anche per alludere ad un accordo, spesso provvisorio e non formalizzato, che permette di convivere in situazioni di tensione o contrasti: se ci fermiamo a riflettere, spesso, lo stile di vita è il frutto di un compromesso fra i desiderata e le risorse a nostra disposizione; fra la forza vitale e la stamina, che determinano la nostra capienza esistenziale, e gli stressor che la vita pone sul nostro personalissimo cammino. Nel linguaggio comune, oggi si tende a sostituire modus vivendi con l’americanismo “way of life“, volendo identificare, con queste locuzione, le modalità con cui mettiamo in atto nella quotidianità la nostra weltanschauung, cioè la visione della vita, il profilo di pensiero e di azione, i valori, le opinioni ed i comportamenti che ci contraddistinguono. Qualche volta, a causa di una errata idea di appartenenza ad un gruppo sociale, ad una “tribù“, le persone possono adottare un modus vivendi, che dipende più dai propri sistemi di credenza che da vere istanze individuali: vengono adottati “schemi di vita” che non mirano alla espressione delle proprie possibilità o alla soddisfazione dei reali bisogni, ma possono nascondere disagi che esprimono inferiorità, inadeguatezza o mancanza di stima per sé stessi. Talvolta il “modo di vivere” è incongruente rispetto alle esigenze dell’organismo o segue correnti di pensiero orientate a definire quello che viene definito “corretto“, “sano“, “giusto“, secondo filosofie svincolate dall’individualità. La discrepanza fra le esigenze personali ed i comportamenti finalizzati dall’urgenza di essere accettati in un gruppo, possono essere considerati un elemento di grande stress: imponendo standard rappresentati da modus vivendi “socialmente accettabili” o riferibili a “credenze tribali“, inducono l’insorgenza di disturbi egodistonici, che possono portare a forme ossessive-compulsive o manifestazioni fobiche.  La Kinesiologia Transazionale®, pur riconoscendo che alcuni comportamenti o atteggiamenti siano preferibili rispetto ad altri, pone le necessità soggettive al centro della ricerca del miglior programma di miglioramento personale.

« Indice del Glossario