ipersensibilità

« Indice del Glossario

ultimo aggiornamento: 30 Giugno 2016 alle 11:39

Termine composto da iper- (derivato dal greco ὑπέρ– [hypèr– →sopra]) e sensibilità (dal latino sensibilĭtas, derivato da sensibĭlis →che ha la capacità di sentire). Esagerata sensibilità dell’organismo verso uno stimolo. Il termine viene spesso utilizzato in ambito immunitario per indicare una esagerata reazione, per lo più espressione di uno stato allergico, verso una o più sostanze, per scarsa tolleranza o per abnormi condizioni immunitarie. La reazione scatenata dal contatto con l’antigene è mediata da cellule appartenenti al sistema immunocompetente che hanno conservato la memoria del contatto con l’agente scatenante e non da anticorpi circolanti. Questa sensibilità patologica determina violente reazioni quasi immediate, come nell’anafilassi e nell’idiosincrasia o ritardate di 12/24 ore.

« Indice del Glossario