benderella

ultimo aggiornamento: 23 Maggio 2020 alle 0:27

definizione

Detta anche “bandarella”, può essere considerata, letteralmente, un diminutivo della parola banda o benda, col significato di nastro, piccola striscia, o stria, fascia, sottintendendo anche il significato di “legame”, che “tiene assieme”: è una denominazione utilizzata per descrivere strutture anatomiche a forma di nastro, aventi una funzione di collegamento o connessione; viene usata come sinonimo di legamento, tratto o fascia, anche se, per taluni versi, i differenti lemmi non sono esattamente interscambiabili.

tipologie

Le principali benderelle, possono essere espressione di mezzi di fissaggio osteo-artro-miolgici, paragonabili a strutture muscolari, legamenti o aponeurosi:

benderella del Maissiat (legamento ileo-tibiale) – ispessimento della fascia lata, che consiste nell’ampia aponeurosi del muscolo tensore della fascia lata e del tendine del muscolo grande gluteo, che si estende dalla cresta iliaca al condilo laterale della tibia (tubercolo del Gerdy);

⇒ benderella ileo-pettinea – espansione fibrosa della fascia iliaca compresa tra l’arcata femorale e l’eminenza ileo-pettinea dell’osso iliaco.

⇒ benderella longitudinale del crasso – formazioni muscolari chiaramente visibili sulla superficie esterna del crasso, in genere in numero di tre, che costituiscono la componente muscolare longitudinale.

Oppure essere fasci di fibre nervose:

benderella ottica – radiazione ottica che si dirige corpi genicolati mediale e laterale, che origina posteriormente al chiasma ottico;

benderella olfattoria – tratto di fibre nervose mieliniche compreso tra il bulbo olfattorio e le radici olfattorie;

⇒ benderella del Giacomini – formazione di aspetto gelatinoso e di colorito cinereo corrispondente alla parte anteriore della fascia dentata dell’ippocampo nel cervello;

⇒ benderella longitudinale posteriore – fascio di fibre nervose della parte posteriore del ponte di Varolio.

« Indice del Glossario