muscolo adduttore del pollice

descrizione – anatomia topografica

Il «musculus adductor pollicis» è un muscolo carnoso, piatto, triangolare, a forma di ventaglio; posto in profondità dell’eminenza tenar, sotto i tendini dei muscoli flessori lunghi ed i muscoli lombricali, al centro del palmo. Sovrasta le ossa metacarpali e i muscoli interossei.

Occorre precisare che per molti autori, il muscolo adduttore del pollice deve essere considerato come appartenente ai muscoli dell’eminenza tenar, mentre secondo altri fa parte di una categoria a sé stante, rispetto.

La sua azione è l’adduzione del pollice: questo movimento, opposto all’abduzione del pollice, consiste nel porre il pollice vicino al palmo; il muscolo molto importante in tutte le azioni di prensione della mano.

origine – decorso – inserzione

Origina con due capi, una obliqua ed una trasversale: l’«adductor obliquus pollicis», cioè il capo obliquo, nasce dall’osso trapezoide, dall’osso capitato e dall’osso uncinato, dalla base del II° e del III° metacarpo, dai legamenti intercarpali e dalla guaina del tendine del flessore radiale del carpo; il capo trasverso, l’«adductor transversus pollicis», origina dai due terzi inferiori della superficie palmare del III° osso metacarpale.

Le fibre convergono, passando obliquamente verso il basso, si inserisce assieme alla parte mediale del muscolo flessore breve del pollice ed al capo trasverso del muscolo adduttore del pollice si inserisce sul lato ulnare della base della falange prossimale del pollice, presentando frequentemente un osso sesamoide nel tendine.

azione – funzione – innervazione – rapporti

Innervato dal ramo profondo del nervo ulnare (C8-T1), l’azione principale del muscolo adduttore del pollice è il movimento che riporta il pollice nel piano del palmo della mano da una posizione precedentemente abdotta; il muscolo è in grado di portare il pollice a lato del palmo e dell’indice grazie all’aiuto del muscolo flessore breve del pollice e del muscolo opponente del pollice.

Fra il capo obliquo ed il capo trasverso del muscolo, si riscontra una sottile arcata fibrosa attraversata dal nervo ulnare, mentre si dirige verso il palmo della mano; nel suo decorso il nervo è accompagnato dall’arco palmare profondo, struttura vascolare formata dall’arteria radiale, dopo che questa viaggia dal dorso della mano al palmo, passando tra i due capi muscolari.

Il segno di Froment viene utilizzato per verificare la presenza di un muscolo adduttore del pollice compromesso.

« Indice del Glossario