tasca di Prussak

definizione

Piccolo recesso dell’orecchio medio, delimitato lateralmente dalla parte flaccida (pars flaccida) della «membrana di Shrapnell» (parte superiore della membrana timpanica), superiormente dallo «scutum di Leidy» (sperone osseo affilato che è formato dalla parete superiore del canale uditivo esterno) e dal legamento laterale del martello, inferiormente dal processo laterale del martello e medialmente dal collo del martello; dal collo del martello sorgono la piega malleolare anteriore e il legamento anteriore, che delimitano anteriormente lo spazio di Prussak. Comunica con la tasca posteriore di von Troltsch.

La ventilazione dello spazio di Prussak è possibile solo posteriormente, sopra la piega posteriore del martello.

importanza clinica

Quando si forma una marcata retrazione della membrana timpanica, è possibile che si formi un colesteatoma della pars flaccida, che generalmente si localizza a livello dello spazio di Prussak: la presenza di una tasca causa una malformazione del timpano attraverso cui l’epitelio squamoso giunge nell’orecchio medio, dove può scatenare una reazione infiammatoria

Le infezioni croniche e ricorrenti dell’orecchio chiudono e bloccano il passaggio d’aria attraverso la tuba di Eustachio, facendo sì che il timpano venga risucchiato verso l’interno, formando, in questo modo, una sorta di piccolo alloggiamento: qui, si accumulano le vecchie cellule epiteliali squamose, dopo la loro sostituzione con quelle nuove, e vi rimangono intrappolate creando, «in progresso tempore» l’insorgenza della forma tumorale; in questo caso, frequentemente si osserva la distruzione dell’osso nell’area della cavità timpanica e dell’osso petroso oppure può erodere gli ossicini dell’orecchio medio, il nervo facciale, l’orecchio interno e persino coinvolgere le meningi ed il cervello.

« Indice del Glossario