protrusione

« Indice del Glossario

ultimo aggiornamento: 5 Luglio 2018 alle 11:57

Dal latino protrùdere (→ sporgere), composto di pro- (→ avanti) e trùdere (→ spingere): spingere fuori, far sporgere e, intransitivamente, formare una sporgenza o una protuberanza, con riferimento a organo o formazione anatomica che si protende all’esterno come fatto normale o patologico. Quando il termine è riferito ad un movimento, si intende la spinta in avanti, rispetto alla posizione fisiologica, assumendo talvolta il significato di protrazione; il muscolo che ha per azione principale questo movimento è detto protrusore, mentre i muscoli antagonisti al primo motore sono detti retrusori. In genere, il termine viene utilizzato per descrive lo spingere in avanti delle labbra, come nel gesto di baciare, o per descrivere il movimento in direzione anteriore della mandibola; in questo caso, lo spostamento si attua per semplice traslazione dei condili dell’articolazione tempo-mandibolare, gesto caratterizzato da una sequenza di due step consecutivi: nel primo la mandibola si sposta nel senso postero-anteriore, eseguendo il movimento protrusivo vero e proprio, fino ad ottenere il contatto con i margini anteriori incisivi; nel secondo tempo l’arcata dentale inferiore si abbassa fin quando gli incisivi inferiori si portano più avanti dei superiori. La protrusione della mandibola è effettuata grazie all’azione di:

  • muscolo pterigoideo esterno: il capo inferiore è il principale attore della protrusione; quando i due capi inferiori agiscono in sinergismo, la mandibola compie un movimento di traslazione in avanti;
  • muscolo pterigoideo interno: la contrazione simultanea dei due muscoli protrude la mandibola, mentre l’attivazione da un solo lato, la ruota verso il lato opposto;
  • muscolo massetere: potente elevatore, attivo anche nella protrusione, con effetto sinergico e stabilizzante dell’azione dello pterigoideo interno.

Il termine protrusione può essere riferito a sporgenze o protuberanze, come nel caso dei cosiddetti “bulging” o protrusioni discali.

« Indice del Glossario