coaptazione

ultimo aggiornamento: 11 Settembre 2017 alle 15:55

Dal latino coaptāre ( adattarsi insieme), composto da cum (→ con, insieme) e aptare (→ adattare): giunzione parziale o totale fra strutture anatomiche di uno stesso individuo, caratterizzate da fenomeni di adattamento reciproco o autoregolazione. La presenza di fenomeni quali la concavity compression permette a superfici completamente non concordanti, grazie alla coaptazione , di mantenere un fermo contatto delle due superfici articolari l’uno contro l’altra, impedendo movimenti estranei al ROM fisiologico. Il concetto di “adattamento associativo” può essere applicato anche alla valvola tricuspide, durante la sistole del ventricolo cardiaco destro, quando le corde tendinee, strutture fibrose che connettono i muscoli papillari ai margini liberi dei lembi valvolari, assicurano la continenza valvolare. Si utilizza, con lo stesso significato, anche il termine coattazione, anche se viene adoperato, in genere, per descrivere il riadattamento delle rime di frattura ossea o l’adattamento delle articolazioni lussate o il ripristino di una funzione.

« Indice del Glossario