ampolla rettale

« Indice del Glossario

ultimo aggiornamento: 30 Giugno 2016 alle 13:07

Chiamata anche “retto endopelvico“, corrisponde alla parte dilatata dell’intestino retto, interposta fra la giunzione retto-sigmoidea, posta cefalicamente, e la Valvola di Houston posta caudalmente, che la divide dal canale anale: mostra nella porzione iniziale, dopo un breve strozzamento, una dilatazione piroidale a base inferiore che ricorda una forma a sacco, dove tendono ad accumularsi le feci, prima dell’espulsione. L’evacuazione è causata dalla risposta innescata da un’idonea distensione dell’ampolla stessa, tramite riflessi midollari mediati dal plesso pudendo. Ignorare ripetutamente lo stimolo ad evacuare può condurre ad un’eccessiva dilatazione dell’ampolla rettale con conseguente ridotta sensibilità allo stiramento: la soglia di dilatazione necessaria a produrre uno stimolo evacuativo tende ad aumentare, con aggravio della stipsi, potendo arrivare a innescare una Sindrome del Pubo-Rettale o una Sindrome da Ostruita Defecazione.

L’angolazione fra ampolla rettale e canale anale è di circa 80-90° e ciò contribuisce alla capacità di continenza dell’individuo; durante la flessione delle cosce oltre i 90°, così come durante la defecazione, l’angolo fra ampolla rettale e canale anale aumenta, favorendo l’allineamento fra i due segmenti: questo è il motivo per cui la posizione più fisiologica alla defecazione è quella acquattata,  detta comunemente “alla turca”, in cui l’addome viene naturalmente compresso contro le cosce.

« Indice del Glossario