sclerotomo

ultimo aggiornamento: 28 Febbraio 2018 alle 18:32

Dal greco σκληρός (sklērós → duro, ispessito, ligneo) e τόμος (tómos → sezione, taglio, fetta): la porzione da cui prende origine la colonna vertebrale, cioè  la parte mediale del somite o la massa di mesenchima che deriva dal suo peduncolo interno, entro cui si forma una cavità, detta sclerocele. Si estende e si interpone tra la muscolatura e gli organi assili (tubo midollare, notocorda e vasi) dall’altra, dando origine ai corpi vertebrati e a parte del cranio. Con il miotomo e il dermatomo, appartiene alla regione dorsale del mesoderma del tronco denominata epimero. Come già detto, lo sclerotomo prende forma a partire da una porzione ventro-mediale dei mesomeri (somiti) che evolve in mesenchima (detto mesenchima scheletogeno) e, successivamente, in tessuto osseo dello scheletro assile e nel connettivo a esso associato (cartilagini e legamenti); alcune cellule mesenchimali vengono anche destinate ad altre parti del corpo. Sono detti sclerotomi anche le regioni ossee innervate da una stessa radice spinale.

« Indice del Glossario