epigastrio

ultimo aggiornamento: 27 Aprile 2020 alle 22:29

etimologia – definizione

Dal greco ἐπιγάστριος (epigástrios), composto da ἐπί (epi → sopra) e γαστρός (gastrós → stomaco, ventre): la regione corrispondente al quadrante mediano-superiore dell’addome; è quella parte centrale della metà superiore dell’addome, delimitata in alto dall’angolo costale ed in basso dalla retta passante per gli apici della IX costa, detta anche “regione epigastrica”; corrisponde alla zona centrale dell’addome, appena al di sotto delle coste.

Confina, ai lati, con l’ipocondrio (destro e sinistro) ed in basso con la regione ombelicale.

L’epigastrio è una delle nove regioni anatomiche dell’addome:
⇒ ipocondrio (destro e sinistro), con cui confina, ai lati: corrispondono alle regioni laterali;
⇒ regione ombelicale, con cui confina inferiormente;
⇒ fianco (destro e sinistro), detta anche regione lombare
⇒ ipogastrio o regione pubica:
⇒ regione inguinale (destra e sinistra), detta anche fossa iliaca o regione iliaca.

La regione epigastrica corrisponde, in profondità, allo stomaco, alla colecisti, a parte del fegato (in particolare al lobo sinistro ed a parte del lobo destro), al duodeno; ill limite inferiore è attraversato dal colon trasverso. Su un piano più posteriore giacciono i reni ed i surreni, un tratto di aorta e di vena cava inferiore, oltre che alla Cisterna Chili (Cisterna del Pecquet).

Durante la respirazione il diaframma tramite la fase di contrazione concentrica e l’azione combinata del torchio addominale, abbassa il suo centro frenico: questa azione è in grado di spostare i visceri, producendo un movimento verso l’esterno della parete addominale superiore.

Il dolore che si localizza in regione epigastrica prende il nome di epigastralgia.

« Indice del Glossario