triangolo di Bryant

« Indice del Glossario

definizione

Detto anche triangolo ileo-femorale è un’area di rilevanza clinica, per la valutazione dell’anca e per determinare lo spostamento verso l’alto del trocantere: con il soggetto in posizione supina, con il bacino e gli arti appoggiati al piano, il triangolo di Bryant è un angolo retto formato dalla giunzione della linea passante per la spina iliaca antero-superiore, perpendicolare al piano di appoggio, e la linea passante per l’apice del grande trocantere del femore, parallela al piano di appoggio e perpendicolare a quella passante per l’A.S.I.S.; la base è costituita dalla retta passante fra la spina iliaca anteriore superiore e la sommità del grande trocantere.

Il triangolo dovrebbe essere evidenziato su entrambi i lati, per poter confrontare ogni lato del triangolo con la sua controparte sul lato normale: la distanza tra l’apice del grande trocantere del femore e l’angolo costituito dalla giunzione delle due rette, misura l’accorciamento sopra-trocantere che può generarsi a causa dell’accorciamento del collo, della testa del femore, della compressione dell’articolazione dell’anca o della lussazione della stessa; possibili cause sono la dislocazione dell’anca, dislocazione dell’anca, distruzione della testa del femore o dell’acetabolo (cotile), frattura del collo del femore, deformità coxa-vara dell’anca, frattura intra-trocanterica non saldata correttamente.

« Indice del Glossario