tensocettore

definizione

Dal latino tensus, participio passato di tendĕre (→ tendere) e (re)ceptor (→ recettore), è una varietà di meccanocettori, sensibile agli stimoli di variazione meccanica della tensione di una struttura: si trovano soprattutto nei muscoli e tendini, nell’intestino, in organi cavi e nella cute e sono detti anche “recettori di stiramento”; una variazione di natura pressoria che coinvolge i barocettori può comportare una variazione nella struttura meccanica arteriosa coinvolgendo anche i tensocettori.

« Indice del Glossario