otodinia

ultimo aggiornamento: 21 Gennaio 2021 alle 16:42

definizione

Termine usato per descrivere il dolore auricolare originato da processi patologici dell’orecchio e alterazioni auricolari (attualmente denominato otalgia primaria): dal greco ωτός- (otos– → orecchio) e οδύνη (odiniaangoscia, dolore).

descrizione

Per otodinia si intende un dolore all’orecchio conseguente a una patologia, di natura flogistica o neoplastica, a carico dell’orecchio esterno o medio; in alcuni casi il dolore può essere conseguente a un trauma o alla penetrazione di un corpo estraneo; può essere causata da otite, da problematiche fisiche quali l’infiammazione purulenta del condotto uditivo esterno oppure da lesioni del cavo orale, della laringe e della faringe che colpiscono indirettamente l’orecchio oppure da nevralgia del nervo trigemino o glossofaringeo.

L’otodinia può essere accentuata dalla masticazione, dalla deglutizione, dai movimenti del collo e dalla pressione esercitata sul trago: anche patologie dell’articolazione temporo-mandibolare possono provocare l’otalgia, così come il dolore in sede auricolare può essere conseguente a una patologia a carico dei denti, delle ghiandole salivari, del faringe, dell’articolazione temporo-mandibolare, del rachide cervicale.

Talvolta si presenta in associazione con acufene, ipoacusia, cefalea, otorrea, vertigine e, nel caso coesista l’infiammazione delle vie aeree superiori, il quadro clinico comprenderà anche rinorrea e faringodinia.

 

« Indice del Glossario