fabella 

ultimo aggiornamento: 26 Giugno 2018 alle 23:49

Detta anche flabella, Dal latino făba (→ fava, perla, pallina, granello) col suffisso diminutivo -ella, è un osso sesamoide presente nel tendine del muscolo gastrocnemio laterale, nella regione flessoria posteriore del ginocchio dietro il condilo laterale del femore, a livello del punto d’angolo postero-esterno (P.A.P.E.), un sistema ligamentoso del comparto laterale, al quale contribuisce a dare stabilitàfabella: presente con una certa frequenza nell’uomo, può essere considerato come una vestigia evoluzionistica, rappresentando una variante anatomica. Nonostante le sue dimensioni (fabella o flabella, in latino, significa “fagiolino”), per la sua posizione, può scatenare processi flogistici a livello della fossa poplitea, che si manifestano con dolore postero-laterale, causato da sollecitazioni ripetitive della porzione laterale del ginocchio, causando una “sindrome della fabella dolorosa“: il dolore spesso è acuto, con dolenzia nella zona del cavo popliteo e inasprimento dell’algia durante i movimenti di flesso-estensione del ginocchio; i sintomi sono dovuti all’irritazione del nervo peroneo comune, con l’insorgenza di prurito e caduta della punta del piede durante la deambulazione. In una radiografia laterale del ginocchio, un incremento della distanza della fabella dal femore (o dalla tibia) suggerisce un aumento della quantità di liquido sinoviale a livello della fossa poplitea: lo spostamento di questo osso sesamoide viene definito segno della fabella. Talvolta la cyamella, osso sesamoide presente nel tendine prossimale del muscolo popliteo, viene chiamato  impropriamente fabella minore.

« Indice del Glossario