natura sincronica

Con questo termine si sottintende l’idea che la sincronia sia elemento fondante ed intrinsecamente caratterizzante di un evento o di un’entità: è l’essenza stessa indipendentemente da quanto lo precede o lo segue. Se immaginiamo l’espressione musicale, una sequenza di note esprime una progressione diacronica, ma se le stesse note sono strettamente interconnesse dall’esecuzione di un accordo, allora notiamo la natura sincronica o, se si preferisce, la dimensione sincronica dell’espressione artistica, cioè l’armonia fra le singole note. Parimenti possiamo asserire che la deambulazione o la fonazione, che, per la loro stessa costituzione, prevedono movimenti paratattici, siano naturalmente sincroniche, poiché la coordinazione istantanea e la sincronia sono elementi fondamentali per l’espressione di questi gesti, potendo essere paragonati ad un accordo musicale, piuttosto che ad una sequenza di note: le dissinergie, le distonie o le discinesie sono perciò da considerarsi come alterazioni della struttura neuro-motoria, venendo a mancare la necessaria sincronicità che permette il moto simultaneo e coincidente.