astenopatia

« Indice del Glossario

ultimo aggiornamento: 15 Maggio 2018 alle 11:23

Dal greco (prefisso inversivo), σϑενής (sthénos → forza) eπάϑεια (pátheia → sofferenza): sindrome da affaticamento dei muscoli oculari, spesso associata a astenopia (Eye Strain Syndrome), definita anche Computer Vision Syndrome (C.V.S.) o Sindrome dell’affaticamento visivo: caratterizzata da xerosi oculare (secchezza degli occhi), appannamento della vista, rossore degli occhi, visione sfuocata, cefalea, fotofobia o ipersensibilità alla luce. Normalmente l’ammiccamento (chiusura involontaria della palpebra) avviene dalle quindici alle venti volte al minuto, permettendo una sufficiente lubrificazione della superficie corneale. ma nelle persone impegnate in un lavoro al videoterminale, nella lettura prolungata, nell’osservazione ravvicinata di oggetti o nell’uso sistematico delle lenti a contatto, gli ammiccamenti si riducono anche del 50%, causando affaticamento visivo. La diminuita idratazione corneale contribuisce alle formazioni di difficoltà di accomodazione che, di concerto con l’affaticamento della muscolatura dell’occhio, possono scatenare emicranie o mal di testa, cervicalgie e dolori al collo o alle spalle, ma anche diplopia o poliplopia, vertigini e capogiri, senso di stordimento o obnubilamento del sensorio. In genere inappropriate condizioni di illuminazione ambientale o correnti d’aria che colpiscono direttamente l’occhio, possono peggiorare i sintomi.

« Indice del Glossario