antro

ultimo aggiornamento: 17 Novembre 2020 alle 22:46

definizione

Termine con cui si indicano talune cavità organiche, per lo più delle ossa o del canale digerente, che viene utilizzato tradizionalmente per designare alcune strutture che ricordano, per la forma, grotte o anfratti: in latino «antrum», dal greco ἄντρον (ántron → grotta).

antro mastoideo (o antro timpanico), è la maggiore delle cavità mastoidee, piena d’aria, che corrisponde alla parte sporgente dell’osso temporale, posta dietro il padiglione auricolare e che comunica con la cassa del timpano.

antro di Highmore, il seno mascellare;

antro del cardias (antro cardiale, «antrum cardiacum»), è la porzione addominale dell’esofago che, dilatandosi, forma una sorta di vestibolo del cardias;

antro del piloro (antro pilorico o vestibolo pilorico), è la porzione terminale della cavità gastrica corrispondente alla piccola tuberosità dello stomaco, che si conclude con il piloro, orifizio tramite il quale lo stomaco si apre nel duodeno.

« Indice del Glossario