anisocoria

ultimo aggiornamento: 30 Giugno 2016 alle 12:17

Dal greco ἀν(prefisso inversivo) ἴσος- (isos →uguale) e κόρη (kórēpupilla). Asimmetria della dimensione pupillare, ovvero disuguaglianza del diametro pupillare a riposo, in identiche condizioni d’illuminazione, o in seguito ad uno stimolo. Abitualmente le pupille sono eguali fra loro: quando lo sguardo è rivolto lateralmente, la pupilla dell’occhio abdotto (omolaterale, cioè nella direzione dello sguardo) presenta, nei soggetti sani, un diametro leggermente maggiore di quello dell’altro occhio (reazione di Tournay). Causata dalla semplice irritazione degli organi che regolano la mobilità pupillare,  o per riflesso neuro-vegetativo, può verificarsi per patologie differenti quali lesione retinica, alterazioni del diaframma irideo, in tutte le patologie cerebrali che causano  meningite o  in alcune intossicazioni come l’alcolismo e per effetto di alcuni tipi di farmaci, oltre che nella sindrome chiamata Pupilla di Adie