spina

definizione

Termine con cui vengono indicate alcune salienze ossee che, per la loro conformazione aguzza, o semplicemente per la loro particolare sporgenza, ricordano le comuni spine vegetali o animali: dal latino spīna, che ha la stessa radice di spica (→ punta).

Esempi sono:

spina mentoniera – il complesso delle quattro piccole eminenze situate verticalmente sulla faccia posteriore della mandibola, a due a due, a ciascun lato della linea mediana;

⇒ spina dello Spix – detta anche lingula mandibolare, costituita da una lamella ossea, triangolare, situata davanti all’orifizio superiore del canale dentario della mandibola, proiettata antero-medialmente al forame mandibolare sulla superficie mediale (faccia interna) del ramo della mandibola.

spina della scapola – robusta apofisi che si distacca dalla faccia posteriore della scapola.

spina iliaca anteriore-superiore –  robusta eminenze arrotondate del margine anteriore dell’osso iliaco;

spina iliaca anteriore-inferiore –  robusta eminenze arrotondate del margine anteriore dell’osso iliaco;

spina iliaca posteriore-superiore – eminenza del margine posteriore dell’osso iliaco;

spina posteriore-inferiore – eminenza del margine posteriore dell’osso iliaco;

⇒  spina ischiatica –  robusta eminenza triangolare del margine posteriore dell’osso iliaco, che separa la grande dalla piccola incisura ischiatica;

Con il termine «spina irritativa» si definisce qualsiasi fattore d’ordine anatomico, meccanico o psicologico che, con la sua persistenza, rende permanente una condizione morbosa o uno stato d’animo.

« Indice del Glossario