test di Amsler

ultimo aggiornamento: 3 Novembre 2020 alle 15:11

definizione

La Griglia di Amsler, utilizzata sin dal 1945, è un reticolo a righe verticali e orizzontali utile per controllare in modo semplice il proprio campo visivo centrale: uno strumento diagnostico che aiuta a rilevare difetti visivi causati (dismorfopsie e metamorfopsie) da imperfezioni della retina, in particolare della macula, del nervo ottico e della trasmissione degli impulsi visivi al cervello. Lo scopo del test è individuare il più precocemente possibile la metamorfopsia o, meglio ancora, la dismorfopsia cioè la deformazione, ondulazione, distorsione di tutto ciò che è dritto, che è il sintomo più tipico e precoce della degenerazione maculare.

come eseguire il test:

⇒ mettere gli occhiali da lettura e tenere la griglia a una distanza di 30 – 45 cm (se necessario); coprire un occhio.

⇒ guardare direttamente al centro della griglia con l’occhio scoperto, per almeno una decina di secondi: mentre si guarda il punto centrale della griglia notare se le linee appaiono rette o se qualsiasi zona appare distorta, o sfocata o scura  (bisogna evitare di far scorrere l’occhio lungo la griglia e concentrarsi sul fissare sempre il punto al centro).

⇒ ripetere con l’altro occhio.

Si verifichi attentamente l’eventuale presenza di righe deformate, distorte, spezzate o l’eventuale presenza di una macchia scura; se una qualsiasi zona della griglia appare ondulata, sfocata o scura, contattare immediatamente l’oculista.

Vista la sua semplicità, chiunque può eseguire il test di Amsler, anche se è consigliabile che i soggetti che sono più a rischio di sviluppare malattie retiniche, in particolare coloro che sono a rischio di sviluppare la degenerazione maculare, lo effettuino con regolarità ed una certa frequenza; gli ultracinquantenni, chi è affetto da miopia elevata, i soggetti che sono stati già colpiti da una retinopatia) in un occhio, i portatori di drusen (piccole formazioni ialine di colore bianco-giallastro, presenti in circa l’1% della popolazione, che possono essere visualizzate nella coroide dell’occhio o intorno al nervo ottico) o altri fattori di rischio per lo sviluppo di patologie della coroide o della retina, è bene che lo effettuino regolarmente.

« Indice del Glossario