sindesmosi

ultimo aggiornamento: 24 Luglio 2017 alle 21:51

Dal greco σύνδεσμος (sýndesmos → unione per mezzo di legamento), composto da σύν (syn → con, insieme) e δεσμός (desmós → legame), col suffisso -ωσις (osi): sinartrosi caratterizzata dalla presenza di membrane fibrose o legamenti interossei; costituiscono i tipi di articolazione più semplici e filogeneticamente primitive. Particolare tipo di sinfibrosi in cui mancano la cavità articolare e la cartilagine di rivestimento: i segmenti ossei, che possono essere distanziati tra loro, sono mantenuti in relazione  per mezzo di una membrana aponeurotica (membrana interossea) o da serie di legamenti (legamenti interossei). Esempi sono la sindesmosi tibio-fibulare (situata tra tibia e perone), la sindesmosi radio-ulnare (tra radio e ulna) e le sindesmosi vertebrali. Le sindesmosi sono articolazioni fibrose che possono subire degli infortuni di natura traumatica.

« Indice del Glossario