sfondato

definizione

Nome dato a fondi ciechi, dilatazioni, estroflessioni di una formazione e simili: sinonimo di recesso anatomico, etimologicamente è il participio passato di sfondare, e significa letteralmente «che ha subito un cedimento nel fondo».

Esempio è lo sfondato del Douglas, riflessione del peritoneo che dalla faccia anteriore del retto si estende sulla parete posteriore dell’utero (nella donna); nell’uomo  dalla faccia anteriore del retto si proietta sulla parete postero-superiore della vescica: è sede frequente di raccolta di essudati sanguigni o di processi infiammatori o di altra natura, per lo più propagatisi dagli organi vicini.

Si parla di sfondato pleurico riferendosi al seno costo-frenico (seno costo-diaframmatico), cioè un recesso anatomico presente nel torace tra la pleura e il diaframma: corrisponde a quella regione della base polmonare dove il polmone, rivestito dal suo foglietto pleurico (pleura viscerale ), viene a insinuarsi (sfondato costofrenico) tra il foglietto pleurico che ricopre il diaframma (pleura diaframmatica) e il foglietto pleurico parietale (pleura parietale), che lo continua rivestendo la parete toracica.

« Indice del Glossario