pars tensa membranae tympanicae

definizione – descrizione

Chiamata anche, semplicemente, «pars tensa», è una delle due parti in cui è suddivisa la  membrana timpanica:  presenta uno strato cuticolare esterno che continua con quella del meato, uno strato mucoso interno e uno strato fibroso intermedio, costituito da fibre collagene.

Lo strato cuticolare è rivestito da cute sottile formata da un’epidermide priva di peli e formata da solo 10 file di cellule e un derma formato da fibroblasti rigonfi e una sottile rete vascolare, mentre lo strato mucoso è rivestito dalla mucosa che ricopre anche il cavo del timpano, ove è presente solo uno strato di cellule cubiche prive di ciglia e cellule mucipare; presenta un’irrorazione separata da quella cuticolare.

Lo strato fibroso è formato da una parte esterna costituita di fibre radiate che dalla periferia dell’orletto anulare si portano al manico del martello e una parte interna dai fibre circolari che formano diverse anse concentriche intorno al manico: di questo contingente interno fanno parte anche le fibre paraboliche e le fibre semilunari; le prime, similmente alle radiate, partono dal manico e vanno all’orlo della membrana mentre le seconde si inseriscono con entrambe le estremità dall’orlo della membrana e rivolgono la loro convessità verso l’umbo. Evidenze recenti suggeriscono che le fibre che compongono questo strato non siano collagene, ma di una composizione particolare specifica per questa regione: è proprio grazie a questo contingente fibroso che il timpano ha la capacità di vibrare con le onde sonore.

Il timpano è in stretto contatto con il primo degli ossicini, il martello, il quale con il suo manico crea una zona rilevata che termina approssimativamente al centro della membrana stessa: da questo punto origina un’area di forma triangolare (triangolo luminoso) che, essendo perpendicolare all’asse del meato acustico esterno, riflette i raggi luminosi e risulta perciò visibile all’otoscopia come area lucente. La mancata o deformata visione di tale area viene messa in rapporto con processi patologici dell’orecchio medio che alterano la posizione della membrana rispetto all’asse del meato acustico esterno modificandone perciò la capacità riflettente.

« Indice del Glossario