antidromia

Dal greco ἀντί (antí → contro) e δρόμος (drómos → corsa, sentiero): che si propaga in senso opposto a quello fisiologico o abituale, che si muove in direzione opposta; utilizzabile per descrivere la trasmissione di impulsi nervosi, in senso retrogrado o per descrivere i movimenti antiperistaltici di alcuni tipi di contrazioni intestinali, che si producono, in corrispondenza della metà del colon traverso, permettendo così un ulteriore rimescolamento del contenuto intestinale, o in caso di alterazioni della motilità, conseguente a disturbi funzionali gastro-enterici. Il termine opposto è ortodromia.

« Indice del Glossario