prono

Dal latino prōnum (→ piegato in avanti), che deriva. dalla preposizione pro (→ in avanti): piegato a faccia in giù, volto verso terra, bocconi; si dice del corpo umano disteso sul ventre, con il viso rivolto in giù; riferito alla mano, che ha il palmo rivolta verso il basso. La posizione opposta è quella supina. Funzionalmente si parla di pronazione, in riferimento al movimento dell’avambraccio, quando questi effettua una intrarotazione finalizzata a rivolgere il palmo della mano verso il basso; la supinazione è il movimento opposto.

« Indice del Glossario