muscolo stabilizzatore

ultimo aggiornamento: 26 Maggio 2020 alle 22:35

definizione

Sono chiamati stabilizzatori quei muscoli sinergici che, operando per mezzo di contrazione isometrica, sono in grado di mantenere stabile l’articolazione e le parti del corpo verso cui vengono direzionati i vettori di movimento; hanno la capacità di rendere stabili le catene cinematiche ovvero di mantenere l’equilibrio, grazie al bilanciamento delle forze agenti: evitano che le strutture coinvolte nel moto non siano soggette a oscillazioni o a spostamenti significativi, rispetto alla propria posizione.

« Indice del Glossario