Lamina di Treitz

ultimo aggiornamento: 11 Novembre 2016 alle 23:30

Detta anche Fascia di Treitz o fascia retro-duodeno-pancreatica, è un ispessimento del connettivo retro-peritoneale che accolla il complesso duodeno-pancreas alla parete posteriore dell’addome; da entrambi i lati si pone in continuità con le fasce di Toldt. La fascia di Treitz fissa la faccia posteriore del duodeno e del pancreas alla parete addominale posteriore, in corrispondenza della colonna vertebrale e dei grandi vasi: situata davanti alla fascia pre-renale, accolla la testa del pancreas ed il duodeno all’ilo del rene destro, alla ghiandola surrenale destra ed alla vena cava inferiore; la faccia posteriore della testa del pancreas è in contatto, per interposizione della lamina di Treitz, con la vena cava inferiore, con il lato destro del corpo della II e III vertebra lombare, con il pilastro destro del diaframma, con il peduncolo renale destro e con l’origine dell’arteria genitale destra. La Lamina di Treitz è una fascia fibrosa, residuo embriologico del primitivo mesoduodeno mentre la Fascia di Toldt è una lamina di connettivo che rinforza il foglietto pre-renale della loggia renale (cioè ricopre la faccia anteriore del rene, continuando poi medialmente fino a fondersi con la controlaterale); il foglietto retro-renale viene chiamato Fascia di Zuckerkandl. L’insieme dei tessuti fasciali che costituiscono la fascia renale è detta Fascia di Gerota.

« Indice del Glossario