parossismo

descrizione

L’acme di un processo morboso, durante il quale la sintomatologia si presenta con caratteri di maggior gravità, il momento di maggiore intensità; dal greco παροξυσμός (paroksysmós → irritazione, esasperazione), derivato di παροξύνω (paroxýno → eccitare), composto di παρα– (para-→ reazione anomala e spropositata) e ὀξύς  (oxýs → acuto): fenomeno o manifestazione accessionale più o meno violenta, acutizzazione repentina di un processo morboso, come può accadere in una febbre che diviene iperpiressia o ipertermia.

Momento di esasperazione culminante di uno stato d’animo, che ne rappresenta l’apice estremo: talvolta si parla di parossismo dell’ira, dell’eccitazione, dell’odio, dell’entusiasmo, per descrive il vertice dell’intensità emozionale, l’esasperazione, il massimo grado di tensione psichica.

« Indice del Glossario