BNP

Acronimo derivato dall’inglese Brain Natriuretic Peptide, è il Peptide Natriuretico Cerebrale, o come denominato attualmente, il Peptide Natriuretico di tipo B, un segmento proteico di 32 amminoacidi, che, una volta secreto dai ventricoli del cuore in risposta ad un eccessivo allungamento dei cardiomiociti, induce una diminuzione della resistenza vascolare sistemica e della pressione venosa centrale, nonché un aumento della natriuresi.

L’effetto netto di questo peptide è un abbassamento della pressione sanguigna dovuta al decremento della resistenza vascolare sistemica, una riduzione della gittata cardiaca associata ad un calo della pressione venosa centrale conseguente alla riduzione del volume del sangue, dipendente dalla natriuresi e diuresi.

Nella sua azione è coadiuvato dal Peptide Natriuretico Atriale (ANP), di cui utilizza i recettori per svolgere la sua azione sistemica: il legame tra recettore-agonista provoca una riduzione del riassorbimento renale del sodio, che si traduce in una diminuzione del volume del sangue; gli effetti secondari possono essere un miglioramento della frazione di eiezione cardiaca e una riduzione della pressione arteriosa sistemica. Si osserva anche un incremento della lipolisi.

« Indice del Glossario