epifisi

« Indice del Glossario

Dal greco ἐπίϕυσις (epífysis → ciò che cresce sopra) derivato da ἐπιϕύω (epifýo → crescere sopra), composto da ἐπί (epí →sopra) e φύσης (physis →crescere, nascere): il lemma necessita una disambiguazione, poichè il termine è puramente descrittivo, indicando una posizione e non specificamente la struttura. Questo può, perciò ingenerare confusione, in quanto col termine epifisi si intende sia la ghiandola pineale, situata dorsalmente (cioè sopra) al mesencefalo (fra le eminenze quadrigemine anteriori), sia ciascuna delle due parti estreme delle ossa lunghe, poste sopra le metafisi, alle estremità diafisarie prossimale e distale. Di forma varia, sono rivestite esternamente da tessuto osseo lamellare compatto, a sua volta parzialmente rivestito di cartilagine: contengono una massa centrale di tessuto lamellare spugnoso, circondata da un guscio di tessuto compatto caratterizzato  da spicole o trabecole collocate secondo le linee di forza che agiscono su quel segmento, che formano un “labirinto” di spazi in cui è contenuto il midollo osseo rosso. L’epifisi conserva uno strato di cartilagine articolare, priva di pericondrio, bagnata dal liquido sinoviale, che permette di ridurre l’attrito con l’altro osso partecipante all’articolazione.

« Indice del Glossario