ventaglio metatarsale

definizione

Il metatarso è un insieme di ossa lunghe e sottili, disposte parallelamente, che contribuisce a formare la metà anteriore del piede,  fungendo da tramite tra il tarso e le falangi, sia da un punto di vista morfo-strutturale, sia in un modello dinamico di adattamento ai carichi posturali e della deambulazione; in numero di cinque costituiscono assieme alle falangi la metà distale del piede: ognuna si articola mediante la propria testa con una falange prossimale e con la propria base ad un osso cuneiforme, o all’osso cuboide.

il ventaglio

Del ventaglio siamo interessati più alla morfologia ed alla struttura che alla funzione: quest’ultima è ben descritta dalla sua etimologia francese che rinomina con il termine éventail, derivato di éventer (→ ventilare, da vent → vento) il flabélum (o flabellum) che nell’antichità veniva utilizzato per farsi vento, mosso in genere dagli schiavi; il flabello, a sua volta si ispirava alla umbela (ombrella), un tipo di infiorescenza racemosa in cui tutti i fiori hanno peduncolo di lunghezza più o meno uguale, tipica delle piante appartenenti alla famiglia delle Apiaceae.

Il ventaglio, riprendendo la forma originale dell’umbela, nella conformazione più semplice e più comune, è costituito da un certo numero di stecche congiunte e imperniate nella parte inferiore in modo da potersi aprire e richiudere su sé stesse, sopra le quali è disteso un qualche tipo di tessuto che quando le stecche sono aperte ha la forma di un ampio settore semicircolare: non a caso si parla di aprire a ventaglio, riferendosi a complessi di elementi che abbiano o possano assumere la forma e la disposizione caratteristiche di un ventaglio aperto, sottintendendo la possibilità di richiudersi e la presenza di una base che rimane rastremata, grazie ad una serie di elementi che si diramano divergendo.

« Indice del Glossario