cladogenesi

Dal greco κλάδος (khládos → ramo) e ɣένεσις (ɣénesis → nascita, creazione, origine): in biologia, evoluzione ramificata; evento evolutivo frazionante per cui da una specie o gruppo più elevato iniziale si originano diverse specie o gruppi (clade), che si evolvono poi indipendentemente, come meccanismo evolutivo ovvero come processo di evoluzione adattiva che conduce allo sviluppo di una più grande varietà di organismi gemelli. Questo evento di solito succede quando alcuni organismi finiscono in aree nuove o  distanti oppure quando i mutamenti ambientali causano molte estinzioni, aprendo nicchie ecologiche per i sopravvissuti. La cladogenesi è spesso messa a confronto con l’anagenesi, dove i mutamenti graduali nelle specie hanno condotto ad eventuali “sostituzioni” con una nuova forma (vale a dire, non c’è nessuno “suddivisione” dell’albero filogenetico).

« Indice del Glossario