area postrema

definizione

Organo circumventricolare, pari, localizzato nella porzione caudale del midollo allungato, nelle vicinanze del punto di giunzione fra il tronco encefalico ed il midollo spinale, è un rigonfiamento della parete del IV ventricolo caratterizzato dalla presenza di neuroni sensitivi a stretto contatto con capillari ad alta permeabilità che gli consentono di rilevare la presenza di chimici nel flusso ematico; essendo nelle immediate adiacenze del nucleo del tratto solitario, funge da trasduttore emato-encefalico, per permettere l’integrazione delle funzioni del sistema nervoso autonomo: l’area postrema è coinvolta nella genesi del vomito, nella regolazione del senso della sete e della fame, nel controllo della pressione ematica e nel rilevamento degli ormoni circolanti.

Il termine postrema vuole sottolineare che quest’area è l’ultima, la più estrema che viene dopo tutto e tutti, dal latino postremus, superlativo di postĕrus (→ che viene dopo): questa porzione dell’encefalo può essere  l’ultimo segmento del rombencefalo.

« Indice del Glossario