nanometro

definizione

Unità di misura di lunghezza, corrispondente a 10−9 metri (cioè un miliardesimo di metro, pari ad un milionesimo di millimetro), equivalente a 10 ångström: è usato nella misura di distanze su scala atomica o molecolare: in generale nano-, dal greco νᾶνος, è il prefisso che moltiplica l’unità di misura a cui è applicato per un fattore 10−9 (equivalente a dividere per un miliardo).

La lunghezza di un legame chimico covalente è di solito di 0,1 ÷ 0,3 nm mentre la doppia elica del DNA ha un diametro di circa 2 nm; le celle elementari dei cristalli hanno lunghezze dell’ordine di un nanometro. In spettroscopia, il nanometro è usato per indicare la lunghezza d’onda della luce visibile (compresa tra 400 e 700 nm) e della luce ultravioletta (tra 230 e 400 nm).

Il nanometro era in passato denominato millimicron, in quanto equivalente a 11000 di un micron (micrometro), ed era spesso indicato con il simbolo mµ: l’uso di tale denominazione (e relativo simbolo), oggi, sta cadendo in disuso.

« Indice del Glossario